A proposito di ciclo

Come alleviare i dolori mestruali

Rimedi naturali e farmacologici per ridurre i fastidi causati dalle mestruazioni

Più della metà delle donne in età fertile avverte dolori e disturbi vari durante la presenza delle mestruazioni. Le cause possono essere fisiologiche, ma bisogna fare attenzione a eventuali patologie. In ogni caso, esistono rimedi per alleviare i dolori mestruali più fastidiosi.

Perché abbiamo i dolori mestruali

Il ciclo mestruale è un affascinante meccanismo che permette alla donna di essere fertile in alcuni giorni del mese e prepara il corpo a un’eventuale gravidanza. L’oscillazione degli ormoni consente all’organismo di rilasciare gli ovuli fecondabili durante l’ovulazione e creare nell’utero un ambiente favorevole alla crescita del feto, ma è anche ciò che, in caso non avvenga il concepimento, fa sì che il tessuto endometriale inutilizzato venga espulso verso l’esterno. È questa la fase in cui compare il flusso mestruale e in cui vediamo il sangue ed è qui che possono comparire i dolori mestruali.

Le responsabili in condizione non patologiche sono solitamente le prostaglandine, molecole che hanno la capacità di far contrarre l’utero e quindi di “ripulirlo”. La loro azione, però, si rivela fastidiosa perché responsabile dei crampi che colpiscono il basso ventre, talvolta in maniera davvero intensa.

Quali sono i dolori mestruali

Cosa si intende esattamente per dolori mestruali? Il dolore da ciclo viene descritto solitamente come crampi e fitte al basso ventre, fino all’ombelico, ma si irradia spesso anche alla schiena, dando la percezione di un dolore ai reni; alcune donne lo percepiscono persino fino alle gambe. Insieme a questo fastidio localizzato nell’area dell’utero, si aggiungono poi anche i caratteristici sintomi della sindrome premestruale, che vanno da mal di testa e irritabilità, fino a nausea, gonfiore addominale e dolore al seno.

Quando i dolori mestruali non sono normali

I dolori mestruali, quando fortemente impattanti sulla quotidianità e sul benessere psicologico della donna, non dovrebbero mai essere considerati normali. Il fatto che la maggior parte delle donne sperimenti dolore durante il ciclo, non significa infatti che si tratti di una condizione regolare. Per questo motivo il consiglio è sempre quello di farsi visitare da uno specialista a cui raccontare il proprio vissuto e le proprie sensazioni. Alla base di un dolore mestruale forte, infatti, possono esserci patologie anche importanti, come l’endometriosi, presenza di fibromi o polipi uterini, nonché squilibri ormonali, restringimento del collo dell’utero o infiammazioni dell’area pelvica. Il dolore mestruale che non tende a diminuire con l’avanzare delle mestruazioni e che dura per molti giorni è da attenzionare.

Come alleviare i dolori mestruali con rimedi naturali

Prima di ricorrere ai farmaci, è possibile tentare di risolvere i dolori mestruali con dei metodi naturali maggiormente privi di effetti collaterali. In molti casi, questi rimedi costituiscono anche un’occasione di coccola per se stesse – una tisana, un bagno caldo, una passeggiata -, rivelandosi un’ottima occasione per liberare un po’ la mente dallo stress, che acuisce i dolori.

Le mestruazioni, poi, sono una seccatura quando portano con sé, oltre al dolore, tutti quei fastidi che noi donne conosciamo bene, come gli sbalzi di umore, il gonfiore addominale e le irritazioni da assorbente, che certo non contribuiscono a lasciar passare inosservato questo periodo del mese. Per il prurito, l’opzione migliore è indossare gli assorbenti in cotone Lady Presteril, meglio ancora se in cotone bio, per una scelta ancora più green.

Cerca di allentare le tensioni del corpo partendo dalla mente: pratica del pilates o dello yoga, che vedono in alcune posizioni un mezzo per facilitare la comparsa delle mestruazioni. In questo modo viene stimolato il flusso mestruale, che quando bloccato è causa di crampi. Il movimento e l’attività fisica sono in generale amici del ciclo, perché stimolano il rilascio di dopamina, neurotrasmettitore del benessere e del piacere.

Il calore è un altro grande alleato per alleviare i dolori mestruali: il classico rimedio della nonna prevede di prepararsi una borsa dell’acqua calda da tenere poi appoggiata al basso ventre per rilassare la muscolatura. Sfatiamo anche i falsi miti: con il ciclo ci si può (e ci si deve) lavare, per di più un bel bagno caldo riesce ad avere effetti positivi sulle contratture e sulle tensioni muscolari, quindi perché non prendersi un po’ di tempo per sé?

Anche l’agopuntura sembra avere ottimi esiti per i problemi legati all’apparato genitale della donna. Il suo impiego per la dismenorrea (il dolore da mestruazioni) è stato infatti indicato anche dall’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Via libera a tisane e infusi, che uniscono le proprietà del calore a quelle delle erbe impiegate per la preparazione. Un toccasana è l’agnocasto, una pianta utile per i disturbi da ciclo, come dolori e irregolarità. La melissa, poi, usata come rilassante contro ansia e insonnia, contiene gli spasmi addominali, dunque è efficace anche a livello dell’utero. Per ridurre la sensazione di gonfiore addominale, invece, molto apprezzato è il finocchio, dal gusto gradevole e con la capacità di eliminare i gas nella pancia. Un infuso di artemisia è quello che ci vuole per lenire i crampi da ciclo, ma anche in generale per ridurre i sintomi da sindrome premestruale, incluso il gonfiore. Accanto alla calendula, l’artemisia è annoverata tra le piante emmenagoghe, ovvero erbe che con i loro principi stimolano la comparsa del flusso mestruale e quindi alleviano i dolori.

Cerca poi di integrare vitamine e sali minerali, soprattutto il magnesio, la cui carenza risulta essere tra le cause di disturbi all’utero. Per alleviare il dolore mestruale andrebbe assunto da una settimana prima della comparsa delle mestruazioni.

Come alleviare i dolori mestruali con l’alimentazione

Per prevenire i dolori mestruali è fondamentale non trascurare la propria alimentazione, che incide particolarmente sul benessere generale. Sebbene la sindrome premestruale ci faccia venire voglia di cibo “spazzatura”, tra snack salati e dolci, non sono proprio questi gli alimenti più adatti a lenire i dolori da ciclo.

Innanzitutto vanno evitati alcol e caffè, che gonfiano l’addome e riducono la capacità dell’organismo di assorbire il magnesio naturalmente contenuto negli alimenti, quali barbabietole, spinaci, fagioli, broccoli, patate e semi di girasole. Meglio lasciare da parte per qualche giorno anche gli alimenti grassi come certe carni e i latticini e fare spazio invece al pesce, ricco di omega-3, un acido grasso che allevia i dolori mestruali ma anche i sintomi più emotivi di quei giorni. Ottimi poi i cereali, in particolare quelli integrali, e i carboidrati complessi come pane e pasta, mentre i semi di lino riescono a contenere il rilascio eccessivo di prostaglandine, che abbiamo visto essere responsabili dei crampi mestruali.

I farmaci per alleviare i dolori mestruali

Talvolta i dolori mestruali si possono fare parecchio intensi e i rimedi farmacologici risultano essere l’unica alternativa. Premesso che prima di assumere per periodi prolungati un medicinale è d’obbligo il consulto con il ginecologo, questi sono i principali farmaci per alleviare i dolori mestruali:

  • paracetamolo: ben conosciuto per far scendere la febbre durante l’influenza, il paracetamolo ha anche azione analgesica e, senza abusarne, riesce a ridurre i crampi e il mal di testa
  • ibuprofene, ketoprofene, naprossene: noti anche sotto il nome di FANS, i farmaci antinfiammatori non steroidei fanno da antidolorifico ma anche, appunto, da antinfiammatorio. Vanno assunti con molta cautela perché hanno effetti sulla coagulazione del sangue e sullo stomaco
  • pillola anticoncezionale: in caso di dolori mestruali particolarmente forti, flusso abbondante che limita le attività quotidiane, talvolta viene prescritta la pillola anticoncezionale, in quanto, bloccando l’ovulazione, ha anche effetti non strettamente legati alla sua azione contraccettiva.

5
TIME

Per stare al meglio

Irritazioni da assorbente?

Prova la delicatezza degli assorbenti in puro cotone!

Trovali in farmacia

Stufa della plastica?

Passa agli assorbenti biologici e compostabili!

Trovali in farmacia

Per approfondire

A proposito di ciclo

Endometriosi: definizione e sintomi

3
Minuti

A proposito di ciclo

Sindrome premestruale

3
Minuti