Più o menopausa

Integratori per la menopausa contro vampate e fastidi intimi

A base di vitamine, sali minerali o principi naturali, gli integratori possono alleviare i sintomi più comuni della menopausa

La menopausa è una fase fisiologica della vita della donna, ma può portare con sé dei disturbi fastidiosi che compromettono la serenità: vampate di calore, gonfiore addominale, irritabilità, sbalzi di umore, ma anche incontinenza urinaria o cistiti ricorrenti. Gli integratori, a base di sali, vitamine o ingredienti naturali, possono essere la risposta a molti di questi sintomi diffusi.

Cosa cambia con la menopausa

La menopausa pone fine al periodo fertile di una donna, che dura circa 40 anni. Gli ormoni prodotti dalle ovaie si riducono progressivamente con l’avvicinarsi della menopausa, fino a cessare la loro diffusione nell’organismo. Con l’assenza di estrogeni e progesterone il ciclo mestruale si interrompe e scompare anche il flusso mensile. Accanto a questo grande cambiamento, se ne aggiungono altri correlati alle oscillazioni ormonali.

I fastidi della menopausa più comuni

I sintomi della menopausa variano da donna a donna e per alcune hanno un notevole impatto nella vita di tutti giorni, generando anche problemi di natura psicologica e sociale. Tra i più diffusi ci sono le vampate di calore, date da uno squilibrio di ormoni che mette a dura prova l’ipotalamo, termostato del nostro corpo. Anche l’aspetto sessuale, poi, è influenzato dallo scombussolamento ormonale: ci può essere un normale calo del desiderio, a cui va aggiungersi la secchezza vaginale, che certo non agevola il sesso in menopausa. In questa fase della vita si fa sentire con più insistenza anche la cistite, un’infiammazione della vescica che crea bruciore e incontinenza urinaria, quest’ultima favorita da una perdita di tono muscolare da parte del pavimento pelvico.

Gli integratori per la menopausa

Gli integratori per la menopausa esistono in moltissime composizioni: alcuni sono specificatamente pensati per le vampate, altri per il gonfiore addominale, altri ancora invece uniscono in un unico prodotto più ingredienti, adatti così per più fastidi.

Tra i principali ingredienti degli integratori per la menopausa ci sono gli estrogeni vegetali, in grado di proteggere i recettori degli estrogeni della donna. Rientrano in questa categoria gli integratori a base di isoflavoni di soia e di trifoglio rosso, per esempio, che sono raccomandati per le vampate di calore, ma anche per ridurre il rischio di osteoporosi e malattie cardiovascolari, correlate alla caduta di ormoni.

Alcuni integratori sfruttano invece le proprietà della cimicifuga, una pianta antinfiammatoria che si presta a essere usata dalle donne che non tollerano o non possono assumere gli ormoni di sintesi. Usata anche per ridurre i disturbi mestruali, la cimicifuga attenua i fastidi dati dall’innalzamento dell’ormone LH, in particolare le vampate, ma è utile anche per l’ansia e l’insonnia.

Un altro tipo di fitoestrogeni è quello dei lignani, contenuti in alcuni cereali, nell’olio di oliva, così come nel luppolo, proprio lo stesso da cui si ricava la birra. Gli integratori per la menopausa a base di luppolo sono innanzitutto degli ottimi calmanti, capaci di allentare le tensioni e l’ansia, ma soprattutto di limitare i risvegli notturni e l’insonnia. La sua azione è efficace anche per le vampate di calore.

Alleata della menopausa è poi anche la salvia, introdotta in integratori o da assumere come tintura madre. Tra le sue proprietà spicca quella antisudorale, per questo è un toccasana se si soffre di irritanti “caldane”, in particolare durante il sonno.

La menopausa purtroppo porta con sé seccanti fastidi alle vie urinarie, perché il calo degli ormoni indebolisce l’uretra, il pavimento pelvico è meno tonico e la secchezza vaginale rende i rapporti difficoltosi. Esistono però integratori per la cistite e per le infezioni urinarie a base di preziosi ingredienti naturali. Tra i più efficaci quelli a base di cranberry, un antibatterico ricco di antiossidanti, e di uva ursina, diuretica e disinfettante delle vie urinarie.

Con il sopraggiungere della menopausa ci sono inoltre due aspetti da tenere sotto controllo, l’osteoporosi e l’ipertensione. Con la fine della protezione ormonale, queste due patologie infatti sono tra quelle più frequenti a comparire. Per prendersi cura delle ossa, esistono integratori che mettono insieme il calcio con altri sali minerali e talvolta la vitamina D, fondamentale anche per l’umore e la concentrazione. Il magnesio, poi, è un altro ingrediente di grande importanza per la salute delle ossa, ma riesce a tenere sotto controllo anche la pressione arteriosa. La prevenzione delle malattie cardiovascolari, infatti, si fa ancora più necessaria da quest’età, in particolare è bene tenere sotto controllo l’ipertensione, regolabile con integratori a base di ingredienti dalle capacità ipotensive: tra i tanti ci sono per esempio l’aglio, il biancospino e la vite rosse, quest’ultima eccezionale per la circolazione venosa e l’affaticamento delle gambe. Non trascurare, infine, colesterolo e trigliceridi, nemici delle arterie: un aiuto può arrivare da integratori di Omega 3 e di riso rosso fermentato, ma devono andare a braccetto con una dieta adeguata e costante attività fisica.

5
TIME