Come cambia la pelle in menopausa

Quando arriva la menopausa tutto il corpo è coinvolto in questo cambiamento. Lo stravolgimento ormonale, seppur graduale, fa sì che si creino nuovi equilibri nell’apparato cardiocircolatorio, a livello metabolico e in tutti gli organi, compresa la pelle. 

La produzione di estrogeni subisce un calo significativo con l’avanzare dell’età, così come quella di acido ialuronico e collagene, componenti fondamentali del derma, utili a preservarne la compattezza, l’elasticità e la tonicità. 

Durante la menopausa la pelle cambia notevolmente: sarà facile vederla più spenta e notare quanto la trama vascolare diventi più visibile. Questi effetti sono riconducibili a una minore concentrazione di acido ialuronico che causa il progressivo invecchiamento cutaneo. A determinare, nello specifico, la formazione delle rughe è invece la diminuzione di collagene. 

Questa particolare proteina è indispensabile per sostenere la cute e preservarne l’elasticità, ma con l’avanzare dell’età, la sintesi di collagene diminuisce provocando un assottigliamento della pelle e un aumento della densità rugosa. 

Non è un caso infatti che acido ialuronico e collagene siano tra i principali ingredienti nei cosmetici anti-age, anche in quelli più comuni. La diminuzione di questi due componenti della cute non incide solo sull’aspetto esteriore della pelle, ma anche su altre parti del corpo in cui è presente tessuto connettivo, come tendini e cartilagini, presenti nell’intero sistema osteoarticolare.   

Gli effetti positivi del collagene sulla pelle

Grazie alla ricerca, sono ormai diversi anni che la scienza ha accantonato lo scetticismo su quanto il collagene incida davvero sulla salute della pelle. Non a caso, tutta la medicina estetica si sta spostando sempre più in fretta sulla sperimentazione del rinnovamento endogeno dei tessuti e sulla ricerca riguardante la struttura interna della pelle, per portare nuove soluzioni al problema dell’invecchiamento cutaneo. Oggi la clientela è sempre più esigente e richiede trattamenti che conferiscono risultati sempre più naturali rispetto, per esempio, alle classiche iniezioni o al tutt’oggi intramontabile intervento di lifting. 

Per questo si dice che il collagene ci salverà. Ecco quindi che, negli anni, gli integratori a base di collagene sono diventati sempre di più e sempre più efficaci. I cambiamenti della pelle dovuti a una minor concentrazione di collagene o a un malfunzionamento del turn-over cellulare, si possono contrastare con integratori utili a modificare la sintesi del collagene. Numerose ricerche hanno dimostrato l’efficacia degli integratori a base di collagene idrolizzato e i numerosi aspetti positivi che questi hanno sulla pelle:

  • Riduzione della secchezza cutanea e della profondità delle rughe, grazie all’aumento della densità del collagene
  • Pelle visibilmente più idratata (questo effetto sarà visibile anche solo dopo 12 settimane di integrazione)
  • Diminuzione dei gonfiori cutanei presenti sulla pelle
  • Incremento della naturale protezione dai raggi UVB e UVA
  • Miglioramento delle funzionalità del microcircolo cutaneo 

Come produrre più collagene in menopausa

È importante preservare e incentivare la produzione di collagene per far sì che la pelle si mantenga tonica e compatta. Oggi la medicina estetica propone varie soluzioni per aiutare il sostegno di questa proteina: 

  • Le iniezioni di filler
  • La neocollagenesi
  • Il luppolo (nella beauty routine)

Iniezioni di Filler

Ne esistono di diversi tipi, tra questi anche i filler a base di collagene e si iniettano nel derma o nel tessuto sottocutaneo per appiattire le rughe, ritoccare le imperfezioni del viso o ripristinarne i volumi. 

I filler al collagene sono molto usati in medicina estetica, soprattutto per aumentare il volume delle labbra o trattare cicatrici. A differenza di altri, questo particolare tipo di filler è “riassorbibile”, quindi, con il passare del tempo, la proteina iniettata viene assimilata dall’organismo.

Inoltre, i nuovi filler non agiscono solo ristabilendo o aumentando i volumi, ma anche facendo da stimolatori per la ricostruzione dei tessuti, favorendo tonicità e compattezza della pelle grazie all’autoriparazione interna.

Neocollagenesi o litfing non chirurgico

La nuova frontiera dell’estetica è la neocollagenesi, altrimenti detta lifting non chirurgico. Un nuovissimo trattamento che riscalda i tessuti in profondità con gli ultrasuoni, per riattivare il naturale processo di rigenerazione delle fibre di collagene indebolite dall’invecchiamento che vengono sostituite con cellule nuove, per produrre un effetto lifting naturale e duraturo. 

Con l’invecchiamento si va incontro a un rilassamento cutaneo che coinvolge la pelle del viso e del corpo, provocando una progressiva perdita di elasticità dei muscoli e dei legamenti sottocutanei.

Oggi sono preferibili trattamenti che riescano a risolvere questo problema senza ricorrere alla chirurgia, per questo la neocollagenesi è molto richiesta. E sì, funziona.

Luppolo nella beauty routine

Il luppolo si è dimostrato un potente alleato per una buona beauty routine durante la menopausa.

La sua azione benefica e il suo effetto fitoestrogenico, sono utilissimi a contrastare i classici effetti causati dal calo di produzione degli estrogeni. 

Gli estratti di luppolo hanno forti proprietà antiossidanti e contrastano il naturale processo delle metalloproteine che, con l’invecchiamento, degradano il collagene presente nel corpo. 

Il collagene è quindi un potentissimo alleato della bellezza in menopausa, da preservare e integrare, quando e se necessario, con il passare degli anni, per mantenere una pelle giovane senza l’uso del bisturi.

 

Fonti:

Ncb
Ncb
My Personal Trainer
La Pelle

Consigliati per te:
Corman S.P.A

Corman S.p.A Via liguria 3/B - 20084 Lacchiarella