Universo Mamma

Gravidanza in estate, come viverla al meglio

Il caldo, un elemento fastidioso da non sottovalutare per una donna in dolce attesa.

Il caldo, un elemento fastidioso da non sottovalutare per una donna in dolce attesa. Il corpo di una futura mamma deve affrontare moltissimi cambiamenti e riadattamenti, a partire dal volume del sangue, che aumenta per fornire il giusto flusso sanguigno alla placenta. Questo richiede una maggiore idratazione e, in estate si sa, disidratarsi è molto più facile, si perdono più liquidi e questo può essere un problema se non si compensa adeguatamente.

Purtroppo, non è solo la disidratazione a infastidire le future mamme in estate, ci sono anche altri fattori da considerare e tenere sotto controllo:

·  Gonfiore alle gambe

·  Insonnia

·  Senso di irrequietezza

·  Disidratazione

Gravidanza in estate: come idratarsi al meglio

È importante fare attenzione a notare i sintomi della disidratazione che possono presentarsi durante le calde giornate estive:

·  sete

·  crampi muscolari

·  debolezza

·  vertigini

·  pressione bassa

Parola d’ordine: bere. Continuamente. Per quelle che hanno difficoltà, o non sono abituate, può risultare utile e meno impegnativo portarsi dietro una bottiglietta d’acqua da mezzo litro, invece che quella grande.

Alcuni studi recenti hanno dimostrato che una delle cause che possono dare il via a un parto prematuro è proprio il caldo eccessivo, che può provocare l’aumento di produzione degli ormoni che stimolano le contrazioni.

Soprattutto per le future mamme che abitano nelle grandi città, dove il caldo estivo è ancora più insopportabile, è fondamentale seguire alcuni accorgimenti che le mettano al riparo da eventuali rischi:

·  Bere 2 litri di acqua al giorno

·  Limitare il consumo di bevande gassate e caffè

·  Consumare più frutta e verdura rispetto al normale

·  Evitare cibi troppo elaborati o ricchi di conservanti

·  Indossare indumenti leggeri

·  Chiudere le finestre durante il giorno, quando batte il sole

·  Bagnare viso e braccia con acqua fresca

·  Fare docce tiepide, evitando di usare ogni volta il sapone

Gravidanza in estate: la dieta da seguire

Seguire una buona dieta può fare davvero la differenza durante una gravidanza estiva. Una delle conseguenze più fastidiose in questo periodo particolare è il ristagno di liquidi nel corpo, e uno dei modi più efficaci per contrastarlo è appunto seguire un’alimentazione tanto povera di sale quanto ricca di liquidi e fibre: bere tanta acqua è l’imperativo categorico che non ci stancheremo mai di ribadire, frutta e verdura in grandi quantità, e farina di tipo integrale da preferire al tipo raffinato.

Gravidanza in estate: fare movimento vi aiuterà

Le gambe gonfie sono una croce che quasi tutte le donne in gravidanza devono affrontare, acuita non solo dal caldo ma anche dal classico aumento di progesterone che alza di almeno un grado la temperatura corporea, facendo sudare le future mamme, al minimo movimento.

Paradossalmente, però, è proprio abituandosi al movimento che la situazione potrà migliorare: fare sport è sempre una buona idea. Ovviamente non deve essere sfiancante, una passeggiata (ancor meglio se in acqua) può aiutare a migliorare la circolazione e farvi sentire subito più attive e meno stanche. 

La passeggiata non deve essere faticosa ma piacevole e rilassante, e per le mamme che amano la montagna è importante ricordarsi di non superare i 1300-1400 metri di altitudine. Per le più avventurose non c’è da preoccuparsi, avrete tempo per tornare alle scarpinate hard con cui amate sfidarvi. 

5
TIME

Per stare al meglio

Dolori al seno?

Liberati dei dolori da allattamento grazie alle compresse di garza!

Trovali in farmacia

Bruciori e fastidi intimi?

Ripristina e proteggi l’equilibrio della tua flora vaginale!

Trovali in farmacia