Gli ormoni influenzano enormemente l’organismo femminile e i suoi equilibri. Ecco 4 curiosità che forse non conosci.

Il corpo di una donna è regolato da diversi tipi di ormoni, ognuno impegnato in una specifica fase dello sviluppo e del ciclo. Gli ormoni sono fondamentali per il benessere del corpo in tutti i suoi aspetti ed è per questo che si tratta di un tema su cui non è saggio essere superficiali. Problemi a livello ormonale producono una grande quantità di sintomi e spesso la causa non è così immediata se non inquadrata nel modo giusto, per questo è sempre una buona idea rivolgersi a un esperto.

1.    GLI ORMONI CAMBIANO LA TUA VOCE

Alcuni studi hanno documentato il cambiamento progressivo del tono e dell’intensità della voce di una donna durante l’arco del ciclo. Pare, infatti, che il suono sia più acuto nella fase mestruale e più grave nell’ovulazione. Il motivo va ricercato proprio nell’influenza che gli ormoni femminili hanno sui tessuti e sulla loro capacità di trattenere i liquidi. L’innalzamento dei livelli di progesterone in alcune fasi del ciclo, infatti, aumenta la ritenzione idrica che causa l’inspessimento delle corde vocali e la conseguente difficoltà nel riprodurre certi suoni. Le cantanti lo sanno bene, al punto che nell’epoca d’oro dell’opera potevano essere dispensate dagli spettacoli durante le mestruazioni.

Altri studi hanno mostrato che questa variazione fisiologica ha, come per altri animali, una conseguenza di tipo evolutivo. Un team di ricerca ha recentemente sottoposto un campione maschile a un esperimento dove i partecipanti erano chiamati a valutare il grado di piacevolezza della voce di una donna in diverse fasi del ciclo. La maggioranza degli interpellati ha inconsapevolmente preferito la traccia vocale registrata durante la fase ovulatoria, quella più fertile.

2.    LA MENOPAUSA È AFFARE DI POCHE SPECIE

La vera e propria menopausa è caratterizzata da alcuni cambiamenti ormonali. Queste variazioni sono una vera rarità nel regno animale. Le donne infatti condividono questa condizione di “post-fertilità” con altre sole due specie: l’orca e una particolare famiglia di balene (balene pilota o globicefale). Questi mammiferi, infatti vivono a lungo dopo la fine della fase riproduttiva della propria vita, sostenendo figli e nipoti a beneficio della sopravvivenza della “società” in cui sono inserite. Tuttavia i motivi per cui le donne – e questi due altri mammiferi – vadano in menopausa non sono del tutto chiari e, anzi, la questione contiene ancora un certo grado di mistero. A noi piace pensare che sia un modo della natura per dire alle donne di ogni epoca e tempo che sono molto di più di quello che “tecnicamente” possono fare.

3.     GLI ORMONI “NATURALI”

Durante la menopausa il corpo femminile è sottoposto a un drastico calo degli estrogeni e del progesterone che dà luogo a fastidiosi sintomi tra cui le vampate, l’aumento di peso, una certa fragilità ossea e molti altri. In passato si ricorreva molto più spesso di oggi a terapie con ormoni animali o di sintesi anche se oggi sempre più spesso si ricorre ai cosiddetti “ormoni vegetali”, isoflavoni, fitoprogestinici e fitoestrogeni estratti dalle piante e capaci di agire sugli effetti della menopausa senza controindicazioni rilevanti.

4.  VOGLIA DI DOLCE, LA COLPA È DEGLI ORMONI

Le variazioni ormonali che avvengono durante le mestruazioni influenzano la produzione di un’altra sostanza fondamentale per la nostra vita: la serotonina. Detta anche “ormone della felicità” è un neurotrasmettitore capace di incidere particolarmente sull’umore. Durante i giorni del ciclo questa sostanza subisce un calo e di conseguenza ci sentiamo meno brillanti e di cattivo umore. Il nostro cervello così ci chiede un aiutino per avere un po’ di sollievo. Ed è qui che entra in gioco la pasticceria! Gli zuccheri infatti sono capaci di stimolare la serotonina e di regalarci un pizzico di buonumore.

Consigliati per te:
Corman S.P.A

Corman S.p.A Via liguria 3/B - 20084 Lacchiarella