Universo Mamma

Sesso in gravidanza: cosa c’è da sapere

La ricercatrice Sofia Jawed-Wessel, analizza le opinioni su piacere e gravidanza, su donne, sessualità e sistemi di potere. Ecco cosa scopre.

La ricercatrice Sofia Jawed-Wessel ha proposto un sondaggio a più di 500 individui, chiedendo loro quale fosse il primo pensiero che gli balenava per la mente evocando l’immagine di una donna incinta. I più hanno risposto, “pancione”, oppure “rotondo”, altri ancora hanno risposto “dolce” o “adorabile”.

Questi ultimi aggettivi sono serviti alla ricercatrice per capire quanto l’idea di una donna incinta fosse in qualche modo, da molti, ridotta a qualcosa che non ha niente a che vedere con la sensualità, né con la complessità. Basti pensare a cos’altro è spesso ritenuto adorabile: cuccioli, bambini o nonni magari. Descrivendo come “adorabile” una persona adulta la si priva, anche se spesso inconsciamente, della sua complessità, della sua intelligenza.

A fronte di tutte queste risposte Sofia Jawed-Wessel ha poi condotto una seconda indagine chiedendo a uomini eterosessuali di immaginare la loro partner incinta, e poi ad alcune donne, di immaginarsi incinte, e quindi di immaginarsi a fare sesso. All’evocazione di questo pensiero molte reazioni sono state negative o stranite: “Disgustoso.” “Per niente sexy.” “Strano.” “Faticoso”. Poi l’ultima e più emblematica reazione: “non vale il rischio”. Ecco quindi che un quesito sorge spontaneo: si può fare sesso in gravidanza?

Si può fare sesso mentre si aspetta un bambino?

La risposta è assolutamente sì: si può fare sesso quando si è incinte. È che spesso una donna incinta subisce un’oggettificazione che, seppur diversa da quella sessuale, è comunque sbagliata e sessista, come sottolinea Sofia Jawed-Wessel. 

La verità è che fare sesso in gravidanza non mette in pericolo il bambino, dato che durante tutto il periodo di gestazione il feto è isolato dalla placenta e dal liquido amniotico. Quindi non solo fare sesso in gravidanza è consentito, è addirittura consigliabile. 

Quando si fa sesso una maggiore quantità di sangue affluisce ai muscoli pelvici, facendo sì che la placenta, e con essa il bambino, riceva una maggiore quantità di ossigeno. E non è l’unico aspetto positivo, con l’orgasmo i muscoli dell’utero diventano più forti, cosa che sarà molto utile al momento del travaglio. 

La ricercatrice ha anche sottolineato che, oltre alla base scientifica su cui si basa questo consiglio, c’è anche una componente etica che va a rafforzare la sopracitata posizione: il fatto che una donna debba rinunciare al suo piacere per non incorrere in un rischio basato su arcaiche convinzioni, è sbagliato e frutto di una dinamica di potere che è il momento di mettere da parte. 

Se una donna vuole fare sesso durante la gravidanza deve farlo. Allo stesso modo, se non vuole farlo, deve sentirsi libera di non farlo. L’importante è che si senta libera di fare ciò che la fa sentire meglio, prendiamoci la briga di sottolinearlo.

Ma perché si pensa che il sesso possa in qualche modo compromettere la riuscita di una gravidanza?

Fare sesso in gravidanza può indurre il parto?

Numerose coppie hanno paura che il sesso in gravidanza possa indurre un parto prematuramente, non è così. E anche se nelle ultime settimane di gravidanza il sesso può provocare contrazioni alla muscolatura uterina, queste sono serenamente gestibili con tecniche di respirazione, il corpo segue comunque i suoi tempi e le sue dinamiche, indipendenti dall’attività sessuale.

Allo stesso modo anche l’aborto spontaneo non avrà mai a che fare con il sesso, piuttosto sarà collegato al fatto che lo sviluppo del feto non è avvenuto in modo corretto.

 

Quando non è possibile fare sesso in gravidanza?

Ci sono alcune particolari situazioni in cui si sconsiglia il sesso durante la gravidanza. Sono circostante molto rare che possono verificarsi nel caso in cui per esempio ci siano stati episodi emorragici, dovuti a una placenta sottile, oltre a questo: 

  • Quando c’è rischio di un parto prematuro
  • Quando si è avuto un aborto spontaneo
  • Con placenta previa
  • In caso di cerchiaggio cervicale

Il sesso è sconsigliato anche quando è presente il rischio di un parto prematuro, se il collo dell’utero è eccessivamente dilatato. Solitamente si sconsiglia il sesso nei primi tre mesi di gravidanza anche alle donne che hanno avuto più aborti spontanei. 

Con una placenta previa, ovvero in posizione diversa dal normale, è sconsigliato fare sesso, perché potrebbe provocare delle emorragie o il distacco della placenta. 

Quando si è subito un cerchiaggio verticale, ovvero un’operazione che viene effettuata quando l’utero non si chiude correttamente, in questo caso, per salvaguardare l’efficienza del cerchiaggio è opportuno evitare il sesso.

In tutti questi casi, è comunque sempre consigliabile rivolgersi al medico o all’ostetrica, saranno loro a consigliare eventuali precauzioni o a fornire rassicurazioni per quel che riguarda l’attività sessuale, 

 

5
TIME

Per stare al meglio

Dolori al seno?

Liberati dei dolori da allattamento grazie alle compresse di garza!

Trovali in farmacia

Bruciori e fastidi intimi?

Ripristina e proteggi l’equilibrio della tua flora vaginale!

Trovali in farmacia

Per approfondire

Universo Mamma

Il regalo giusto per donne incinta

3
Minuti

Universo Mamma

Gravidanza: verità o diceria?

3
Minuti