Dopo il parto o in menopausa la perdita di tonicità dei muscoli del pavimento pelvico può comportare spiacevoli perdite di urina. Scopri come prevenirle con gli esercizi Kegel.

Cosa sono gli esercizi di Kegel e a cosa servono? Come si fanno? Ne avete mai sentito parlare? Sono delle contrazioni volontarie dei muscoli del pavimento pelvico che possono migliorare la vita delle donne soprattutto dopo il parto o durante la menopausa. Grazie a questi semplici esercizi le perdite di urina non saranno più un problema. Ma i benefici sono molti di più… Scopriamoli insieme!

Per fortuna che oggi noi donne siamo molto più informate di una volta, cioè sappiamo molte più cose, e molto prima, sul nostro benessere intimo. Così sappiamo anche che, dopo il parto, è probabile che i muscoli del pavimento pelvico perdano un po’ di tonicità, e che quindi all’improvviso potrebbe bastare uno starnuto per emettere involontariamente una goccia di pipì. Ma, soprattutto, sappiamo che ci sono degli esercizi molto facili e specifici proprio per evitare questa possibilità.

A dire il vero gli esercizi di Kegel sono utili anche prima della nascita del bambino, per favorire un parto naturale meno doloroso, per imparare a “sentire” ed esercitare quei muscoli che vengono coinvolti durante il travaglio e l’espulsione. Aiutano anche a migliorare il piacere sessuale in presenza o meno di qualche disturbo. Tali esercizi sono utili anche all’uomo, in particolare per combattere l’eiaculazione precoce, il deficit erettile e i sintomi dell’ipertrofia prostatica benigna.

Ma mettiamo il caso che non si siano imparati prima, non è mai troppo tardi per cominciare! Grazie agli esercizi di Kegel sarà così possibile prevenire uno dei problemi intimi più diffusi nelle donne over 40: la perdita involontaria di urina o incontinenza urinaria.

QUALI SONO I MUSCOLI DEL PAVIMENTO PELVICO?

La gravidanza, il parto, il sovrappeso, la stitichezza, la menopausa, l’invecchiamento dei tessuti, sono solo alcuni dei fattori che nella donna possono provocare un rilassamento dei muscoli del tessuto pelvico, quelli coinvolti nel trattenere la pipì insieme a quelli sfinterici: stiamo parlando dei muscoli che circondano l’uretra, la vagina e il retto.

In caso di perdita di tonicità, basterà un colpo di tosse per provocare la fuoriuscita di qualche goccia di urina. Se trascurato, questo problema nel tempo potrebbe portare anche ad una vera e propria incontinenza urinaria.

A COSA SERVONO GLI ESERCIZI DI KEGEL?

Gli esercizi di Kegel servono a prevenire la perdita del tono muscolare dell’area pubo-coccigea (o pelvica), ma sono efficaci anche per recuperare e mantenere la funzionalità di questi tessuti. Un po’ come quando i glutei dopo qualche anno di inattività si afflosciano e facciamo gli squat per risollevarli: ecco, il concetto è lo stesso.

COME SI FANNO GLI ESERCIZI DI KEGEL?

Gli esercizi di Kegel sono molto semplici da fare e soprattutto non richiedono particolari abilità o contesti: si possono svolgere in modo discreto in qualunque momento della giornata e ovunque ci si trovi. Si tratta infatti dell’esecuzione di contrazioni e decontrazioni dei muscoli del pavimento pelvico.

Per farli, basta pensare alla sensazione di quando si trattiene fortemente la pipì e alla rilassatezza nel momento in cui si ha la possibilità di urinare: le contrazioni di tali muscoli corrispondono a questo, ma nella pratica non si devono fare con la pipì (non permetterebbero il completo svuotamento della vescica al momento giusto).

Occorre eseguire contrazioni (tipo trattenuta urine), mantenere la posizione e poi rilasciare i muscoli. È semplice, ma è importante eseguire tali movimenti con calma e senza eccedere nella pratica.

Eccoli spiegati nel dettaglio da questa grafica. Buon allenamento! 🙂

Corman S.P.A

Corman S.p.A Via liguria 3/B - 20084 Lacchiarella


Iltuouniversodonna.it è il sito promosso da Corman rivolto alle donne, con l'obbiettivo di diffondere una vera cultura del benessere femminile.