In gergo si chiama “dispareunia” ed è il dolore genitale ricorrente o persistente che compare durante il rapporto sessuale.

Ne soffrono moltissime donne, approssimativamente quasi il 20% di quelle in età fertile e il 35% di quelle in post menopausa. La poca lubrificazione può certamente essere uno dei fattori scatenanti, ma non è il solo. Per capire qual è la causa del dolore bisogna innanzitutto distinguere da quanto tempo si manifesta, ovvero se fin dall’inizio della vita sessuale o se è subentrato dopo un periodo di normale vita sessuale. Ci sono poi delle distinzioni da fare in relazione alla sede del dolore, che può essere introitale o superficiale, mediovaginale o profondo.

Il dolore più diffuso, e che viene descritto dalla maggior parte delle donne come sofferenza all’inizio del rapporto, è quello introitale e mediovaginale. Le sue cause più frequenti sono infettive/infiammatorie; può infatti dipendere da vulvite, vestibolite vulvare, vaginite, cistite. In più della metà dei casi alla base ci sono una candida cronica ma anche infezioni batteriche e/o vaginosi recidivanti. Non dimentichiamo che, al dolore, concorrono anche fattori psicosessuali. Alla luce di tutto questo, vale dunque la pena sottoporsi a una visita specialistica per andare a fondo del problema, specie se si ripresenta con frequenza.

Corman S.P.A

Corman S.p.A Via liguria 3/B - 20084 Lacchiarella


Iltuouniversodonna.it è il sito promosso da Corman rivolto alle donne, con l'obbiettivo di diffondere una vera cultura del benessere femminile.