Più o menopausa

Depressione in menopausa: un fenomeno non raro

La menopausa non porta con sé solo vampate e stanchezza, ma può influire anche sul benessere mentale, causando depressione. I rimedi, però, esistono

Ogni donna è diversa e diverso è il modo che ognuna ha di affrontare le difficoltà e le fasi della vita, compresa la menopausa. Il fatto che le amiche, le colleghe sembrano vivere serenamente questo momento, magari mostrando una rinnovata vitalità, non significa che tu debba sentirti come loro, né tantomeno devi convincerti che c’è qualcosa di sbagliato in te solo perché percepisci come terribile questo passaggio.

Le conseguenze della menopausa, seppure con caratteristiche simili, cambiano da donna a donna, e a volte possono compromettere le abitudini che si avevano prima di entrare in questa fase. Tra i tanti effetti che scombussolano la donna dopo la menopausa può esserci anche la depressione, un problema molto diffuso di cui però non si parla mai abbastanza. Soffrirne non significa doversene vergognare, ma anzi, ascoltare il proprio corpo e la propria mente e poi capire che qualcosa non va, è il primo passo per uscirne.

La menopausa, un cambiamento su tanti fronti

Menopausa non è solo l’interruzione definitiva del ciclo mestruale. Questa fase è tra le più delicate affrontate dalla donna durante l’arco della vita: è in questo momento che il nostro corpo e la nostra mente subiscono cambiamenti estremi dati dalle oscillazioni ormonali. La menopausa non coincide esclusivamente con la fine delle mestruazioni, perché è un processo che dura anni, tanto che si distinguono una premenopausa, la menopausa vera e propria e la postmenopausa, ognuna con sintomi specifici ad accompagnarle.

Con l’avvicinarsi della menopausa, le ovaie smettono progressivamente di produrre gli estrogeni e il progesterone ed è proprio la diminuzione di questi ormoni a creare tutte le sensazioni che porta con sé questo periodo. Si va dall’aumento di pressione arteriosa e di peso, con vampate di calore che colpiscono specialmente all’inizio, fino a dolori muscolari, difficoltà a dormire e affaticamento. Non di rado compaiono incontinenza urinaria, problemi di digestione e persino osteoporosi.

Insieme ai tanti sintomi fisici, la menopausa crea scombussolamenti anche psichici e sociali: spesso il momento è affrontato con timore, quasi un tabù, e non mancano stress, ansia, irritabilità e sbalzi d’umore. Il mix tra ormoni altalenanti e ripercussioni sulla vita di ogni giorno in menopausa possono portare anche alla depressione.

I sintomi della depressione in menopausa

La depressione in menopausa non è poi così rara come si creda. Le donne, infatti, per loro natura sono innanzitutto molto più predisposte degli uomini a sviluppare una depressione, addirittura hanno fino al 50% in più di probabilità. I cambiamenti ormonali e la condizione nuova – vissuta in relazione all’ambiente familiare, sociale, lavorativo – incrementano ulteriormente il rischio, che in menopausa sale da 2 a 4 volte in più di possibilità.

A giocare un ruolo importante sono gli estrogeni e gli androgeni, che calano drasticamente durante questa transizione. Contribuiscono però anche l’insonnia e gli altri sintomi fisici, tra tutti, le vampate, spesso causa di grande disagio per le donne, in particolare quando si manifestano in pubblico.

La depressione viene descritta da chi la prova come un senso di pesantezza che blocca qualsiasi attività: ci si sente vuote, spogliate di ogni interesse per se stesse, per gli altri e per le cose che abbiamo sempre fatto. Si ha l’impressione di avere una nuvola grigia sopra di sé, che ci schiaccia costantemente, ci tiene ferme e si è insensibili a qualsiasi stimolo.

Alcuni segnali possono far pensare alla depressione in menopausa:

  • apatia: niente fuori appare più come interessante; ci si sente inermi, bloccate e tutto sembra scorrerci addosso senza toccarci. Anche le attività che prima ci davano soddisfazione (o ogni cosa nuova che ci si propone) improvvisamente sembrano non avere alcuna influenza positiva su di noi. Persino i compiti, gli impegni lavorativi e familiari non riescono a riportarci fuori dalla bolla grigia che ci avvolge.
  • umore nero e negatività: l’apatia ci anestetizza, ci priva di numerose sensazioni, ma tra tutte le emozioni quelle che si fanno sentire sono quelle negative. La depressione porta con sé tristezza e malinconia.
  • ansia: vivere in uno stato depressivo durante la menopausa può generare anche ansia.
  • insonnia: la combinazione di pensieri negativi, le vampate e gli altri sintomi fisici della menopausa portano anche a dormire male. Il sonno è alterato, la notte si fatica a dormire e il giorno ci si sente letargici, scarichi, spenti.
  • stanchezza: la depressione è spesso associata a stanchezza, dolori muscolari, ma anche stanchezza mentale, che si traduce in difficoltà a concentrarsi e a ricordare le cose.

 

 

Rimedi per la depressione in menopausa

Sebbene quando ci si è dentro la depressione sembri impossibile da fronteggiare, se ne può uscire. Bisogna mettersi in testa però due cose: prima di tutto che se qualcosa in noi non va, non significa che siamo sbagliate; secondo, che ammettere di aver bisogno di aiuto e di conseguenza farsi aiutare non è un atto di debolezza, ma anzi una dimostrazione di volontà e di amore verso noi stesse e chi ci circonda.

Tra i principali rimedi per la depressione in menopausa ci sono i farmaci antidepressivi, capaci di ristabilire il giusto livello di quei neurotrasmettitori che contribuiscono a mantenere alto il tono dell’umore. Si tratta di medicinali che devono essere assunti solo su indicazione del medico e durante il trattamento il monitoraggio deve essere costante.

Studi hanno descritto anche l’utilità della terapia sostitutiva ormonale come metodo di prevenzione nei confronti della depressione in menopausa. Si tratta di una ricerca che ha analizzato l’assunzione di ormoni sostitutivi in premenopausa e che ha osservato quasi un dimezzamento della comparsa di sintomi depressivi nelle donne trattate.

La psicoterapia non deve essere sottovalutata, specialmente se alla base della depressione in menopausa influisce la storia personale della donna che ne sta soffrendo. Iniziare un percorso del genere potrebbe essere un aiuto per combinare l’impiego di farmaci alla professionalità di uno psicoterapeuta, un percorso che può dimostrarsi a favore anche di altre avversità che ci si trova a fronteggiare ogni giorno.

Un supporto alla depressione in menopausa, anche se limitato in casi severi, viene dai rimedi naturali. Iperico, lavanda, ma anche melissa e valeriana sono ottimi prodotti della natura che favoriscono il rilassamento. Non dimenticare infine anche l’importanza di un buon sonno (la melatonina in questo può aiutare) e dell’attività fisica, quest’ultima in grado di stimolare il rilascio di ormoni come la dopamina e la serotina.

5
TIME