Disturbi intimi

Cistite da stress: come riconoscerla e curarla

L’ansia e lo stress possono intaccare la salute di tutto l’organismo, indebolendo anche le sue difese immunitarie.

12 Marzo 2020

L’ansia e lo stress possono intaccare la salute di tutto l’organismo, indebolendo anche le sue difese immunitarie, rendendolo così terreno fertile per la cistite da stress.

Cistite: un disturbo banale che se non viene curato nel modo giusto, può ripresentarsi in eterno. Tormento di moltissime donne e croce di altrettanti ginecologi per le molteplici cause da cui può derivare e che, ovviamente, sono fondamentali per capire come debellare l’infezione.

La cistite è una patologia piuttosto comune nelle donne ed è caratterizzata da diversi sintomi: frequente stimolo ad urinare, bruciore, dolore nella zona pelvica, brividi e a volte febbre.

Nella maggior parte dei casi, i sintomi sopracitati sono riconducibili alla cistite batterica, facilmente trattabile con disinfettanti urinari. Altre volte però, l’infezione può derivare anche da cause più complesse e difficili da individuare, come la cistite da stress. 

Una delle principali cause della cistite è il danneggiamento della mucosa vescicale che può essere attaccata da agenti patogeni provenienti dall’intestino i quali, risalendo la vescica attraverso l’uretra, provocano l’infezione.  

Una situazione del genere dovrebbe poter essere efficacemente gestita dal nostro sistema immunitario, ma, qualora le normali difese fossero debilitate da una condizione di stress, aumenterebbe notevolmente la possibilità di contrarre diverse infezioni, come, ad esempio, la cistite. 

Lo stress può causare la cistite?

Certo che sì. Il binomio stress-cistite può essere micidiale, soprattutto per le donne predisposte per le infezioni vaginali. In alcuni casi è possibile che l’insorgenza della cistite sia legata alla tensione nervosa o a un periodo di particolare stress.

L’ansia e lo stress sono elementi che incidono sulla salute di tutto l’organismo, rendendo più deboli le sue difese. Numerose ricerche hanno infatti confermato che, se sottoposto a un periodo di forte stress, il nostro organismo non è più in grado di contrastare i fenomeni infiammatori che possono dare origine a molteplici disturbi, tra cui la cistite. 

Una relazione articolata dunque, quella tra stress e cistite, soprattutto se vista in relazione alle statistiche sull’incidenza dell’ansia nella popolazione femminile.

Sintomi della cistite da stress 

Spesso i sintomi della cistite possono essere molto invalidanti, soprattutto quando tendono a presentarsi e a ripresentarsi.

La continua presenza di questa infezione può rappresentare un reale problema nella vita di coppia delle donne che ne soffrono. Non solo, anche la qualità della vita in generale può essere condizionata da questa problematica, stressante tanto da provocare reali stati di tensione psichica. 

Il segnale più evidente per riconoscere la cistite da stress è la frequenza con cui tende a ripresentarsi, per il resto, i sintomi individuabili sono quelli della cistite classica:   

  • Dolore nel basso ventre
  • Stanchezza
  • Bruciore
  • Difficoltà a urinare
  • Sangue nelle urine
  • Febbre

Come prevenire la cistite da stress

Nella cura della cistite è di fondamentale importanza prevenire il ritorno dell’infezione. Imperativo categorico: bere molto. L’idratazione è essenziale sia nella prevenzione che nella cura della cistite. Oltre a questo ci sono alcuni integratori utili da poter assumere:

  • Mirtillo rosso (Cranberry)
  • Uva ursina
  • Probiotici
  • D-mannosio

 Probiotici per prevenire la cistite

La cistite tende a ripresentarsi maggiormente nei periodi di stress. Un ottimo modo per provare a prevenire i suoi sintomi è l’assunzione regolare di probiotici, integratori che agiscono per il benessere della flora batterica intestinale e contrastano la proliferazione dei batteri patogeni. 

Mirtillo rosso per prevenire la cistite

Un ulteriore rinomato alleato per la prevenzione della cistite da stress è il mirtillo rosso, un rimedio naturale utilissimo, da assumere per almeno un paio di mesi in caso di cistite frequente. 

Grazie ad alcune sostanze in esso contenute, il mirtillo rosso aiuta a contrastare l’insorgenza della cistite, creando un ambiente sfavorevole per l’escherichia coli, uno dei batteri più comunemente associati all’infiammazione. 

D-mannosio per prevenire la cistite

Considerata una terapia alternativa, il D-mannosio, monosaccaride estratto dal legno della betulla, è risultato spesso efficace per combattere e prevenire la cistite.

Totalmente privo di effetti collaterali, questo zucchero semplice, grazie alla sua struttura, permette ai batteri di legarsi a lui anziché alle pareti della vescica, in modo da poter essere poi espulsi facilmente con le urine.  

Come curare la cistite da stress

Molto spesso le cause della cistite sono riconducibili a batteri provenienti dall’intestino: tra questi, il nemico più comune è l’escherichia coli, responsabile dell’85% delle infezioni delle vie urinarie inferiori. In ogni caso prima di prescrivere la giusta terapia, è consigliabile esser certi di individuare il batterio responsabile con l’urinocoltura. 

È molto importante capire quale sia la cura più giusta per evitare che si verifichi una recidiva, condizione possibile qualora venga prescritto un antibiotico troppo leggero.

Come anticipato, anche le condizioni psichiche, rendendo le difese immunitarie più deboli, possono incidere sul possibile ritorno dei classici sintomi da cistite. È dunque essenziale proteggere anche la flora batterica vaginale, difesa naturale per le infiammazioni delle vie urinarie.

FONTI:

Humanitas

OK Salute

5
TIME

Per stare al meglio

Pelle sensibile?

Scegli un detergente intimo che ti garantisce protezione e delicatezza!

Trovali in farmacia

Disturbi alle vie urinarie?

Scopri l’efficacia di un integratore con ingredienti naturali!

Trovali in farmacia